La sindrome delle faccette articolari è tra le possibili cause di mal di schiena cronico. Provocata da una degenerazione o infiammazione delle vertebre, della colonna, la sindrome può generare dolore invalidante. Il trattamento può avvenire ricorrendo a infiltrazioni, denervazione o chirurgia mininvasiva.

Soffrire di mal di schiena cronico è un problema molto serio, che può abbassare notevolmente la qualità della vita e rendere addirittura inabili allo svolgimento di un’attività lavorativa. Per questo motivo, comprendere le cause di tale disturbo ed intervenire in modo tempestivo ed efficace è fondamentale. Una delle possibili ragioni del mal di schiena cronico è la cosiddetta sindrome delle faccette articolari, una patologia che colpisce delle aree specifiche delle vertebre, denominate appunto faccette.

Cosa sono le faccette articolari e perché danno dolore

Le faccette articolari, dette anche articolazioni zigoapofisarie, sono piccole articolazioni che collegano le vertebre nella loro parte posteriore. La loro funzione principale è garantire la stabilità in rotazione. Come qualunque altra articolazione, le faccette articolari possono essere origine di dolore dovuto ad un processo degenerativo (artrosi) o ad uno stato infiammatorio. È bene precisare, però, che la degenerazione articolare delle faccette è conseguenza naturale dell’invecchiamento e solo raramente crea sintomi dolorosi.

Come trattare la sindrome delle faccette articolari ed eliminare il dolore

Il trattamento della sindrome delle faccette articolari ha come obbiettivo quello di alleviare il dolore cronico che deriva dalla degenerazione artrosica o quello acuto derivante dall’infiammazione acuta. tale terapia del dolore può essere di tre tipi: infiltrazioni, denervazione tramite radio frequenze e artrodesi (chirurgia mininvasiva).

Infiltrazione delle faccette

La terapia mediante infiltrazioni consiste nell’iniettare in prossimità delle faccette articolari, tramite ago, anestetici, antinfiammatori o ozono. L’obbiettivo è quello di alleviare temporaneamente il dolore spesso per periodi prolungati.

Denervazione tramite radio-frequenze

La denervazione tramite radio frequenze è una tecnica percutanea che non richiede ricovero e viene eseguite in regime ambulatoriale, garantendo risultati permanenti. È realizzata con l’ausilio di un elettrodo a forma di ago posizionato in corrispondenza dei piccoli rami nervosi che sono causa della trasmissione del dolore. L’elettrodo è collegato a un apparecchio di radio-frequenza che emette una quantità controllata di energia che porta alla coagulazione di questi piccoli rami nervosi causando l’anestesia delle articolazioni dolorose. È bene ricordare che i rami nervosi che vengono distrutti sono minuscoli e responsabili solo della trasmissione del dolore e non hanno nulla a che vedere con i nervi responsabili della sensibilità e del movimento delle gambe e delle braccia. Il procedimento è quindi molto sicuro.

Chirurgia mini-invasiva di artrodesi

L’artrodesi è dedicata a quei pazienti che presentano associata una lieve instabilità articolare. Vengono utilizzati sistemi dinamici che portano a buoni risultati.

Terapia del dolore a Roma

Articolo revisionato dal Dottor Valerio Nicoletti, specialista in Terapia del dolore presso il Polo Sanitario San Feliciano di Roma